23 febbraio 2018 M’illumino di meno in Trentino

LogoMail_imagefull.png
Venerdì 23 febbraio al Castello del Buonconsiglio aperitivo a filiera corta e concerto acustico a lume di candela

M’illumino di meno 2018: oltre 50 le iniziative in Trentino

Aperitivo_large.jpg
19 istituti scolastici, oltre 50 iniziative in 30 comuni e località: sono i numeri in Trentino della nuova edizione di "M’illumino di meno", la campagna radiofonica sul risparmio energetico, lanciata dalla trasmissione Caterpillar di Radio2, in programma venerdì 23 febbraio. Anche la Provincia autonoma di Trento ha aderito con un ruolo di promozione delle iniziative e organizzando a Trento un aperitivo a filiera corta e un concerto acustico a lume di candela. L’evento, in programma venerdì alle ore 18.30 nella Sala delle Marangonerie del Castello del Buonconsiglio, sarà l’occasione per parlare delle iniziative che la Provincia promuove sul tema del risparmio energetico: dai progetti per la riqualificazione energetica dei condomini al piano della mobilità sostenibile, dai percorsi didattici e pillole di sostenibilità ambientale dedicate alle scuole alla campagna "Energia? Qb". L’evento è gratuito ma è necessaria la prenotazione: https://aperitivo_energetico.eventbrite.it. Per informazioni: segreteria Aprie 0461 497307.

Il 23 febbraio 2018 torna la festa del risparmio energetico e degli stili di vita sostenibili lanciata dalla trasmissione Caterpillar di RaiRadio2. Anche quest’anno sono molte le realtà che in Trentino vi hanno aderito proponendo iniziative come ciaspolate, letture, visite guidate al "buio", aperitivi, palazzi al buio. Obiettivo è quello di sensibilizzare i cittadini sul tema del risparmio energetico e della riduzione degli sprechi di risorse in tutti gli ambiti (consumi alimentari, mobilità, ..). Sono oltre 50 le iniziative organizzate in Trentino, in particolare ad Ala, Avio, Canal San Bovo, Cavalese, Castelnuovo, Civezzano, Cles, Croviana, Drena, Dro e Pietramurata, Giovo, Grumes-Altavalle, Lavarone, Levico, Molveno, Mori, Nogaredo, Ossana, Peio, Pellizzano, Predaia, Predazzo, Riva del Garda, Roncegno, Rovereto, Primiero San Martino di Castrozza, San Michele all’Adige, Sfruz, Sover, Tesero, Trento, Vermiglio e Villa Lagarina. Positiva anche la risposta degli istituti scolastici. Sono stati 19 coloro chi vi hanno aderito proponendo ai proprio studenti attività come camminate, pedibus e la lettura del decalogo del buon risparmio energetico.

Aperitivo energetico al Castello del Buonconsiglio
Venerdì 23 febbraio alle ore 18.30 nella Sala delle Marangonerie la Provincia autonoma di Trento celebra la giornata del risparmio energetico al Castello del Buonconsiglio con un aperitivo a filiera corta e un concerto acustico a lume di candela. Nella giornata del “silenzio energetico” saranno le note del Trio Cosmico composto dai musicisti Giordano Angeli (sax soprano, chitarra), Corrado Bungaro (violino) e Carlo La Manna (basso) ad evocare la magia di altri tempi a luci soffuse. M’illumino di meno” è un’iniziativa insieme simbolica e concreta, occasione per parlare delle iniziative e dei progetti che la Provincia autonoma di Trento promuove sul tema del risparmio energetico: dai progetti per la riqualificazione energetica dei condomini al piano della mobilità sostenibile, dalle proposte dedicate alle scuole alla campagna "Energia? Qb". M’illumino di meno è anche un momento di riflessione collettiva sul tema del rispetto per l’ambiente rivolto a tutti i cittadini ed alle giovani generazioni in particolare, per questo durante la serata ci sarà spazio per chiunque lo desideri di condividere idee sul tema del risparmio energetico, portando delle proposte concrete che potranno essere presentate e raccolte. L’evento è gratuito ma è necessaria la prenotazione al seguente link: https://aperitivo_energetico.eventbrite.it. Posti limitati. Per informazioni: segreteria Aprie 0461 497307.

M’illumino di Meno in breve
Dal 2005, ogni anno, una trasmissione di Radio2, Caterpillar, chiede ai suoi ascoltatori di spegnere tutte le luci che non sono proprio indispensabili alle 18 di un pomeriggio di febbraio. Quest’anno sarà venerdì 23. Un’iniziativa simbolica e concreta – spegnere le luci e testimoniare il proprio interesse al futuro dell’umanità – che è diventata subito molto partecipata: si spengono sempre le piazze italiane, i monumenti – la Torre di Pisa, il Colosseo, l’Arena di Verona -, i palazzi simbolo dell’Italia – Quirinale, Senato e Camera – e tante case dei cittadini. Si sono spenti per M’illumino di Meno la Torre Eiffel, il Foreign Office e la Ruota del Prater di Vienna. In decine di Musei si organizzano visite guidate a bassa luminosità, nelle scuole si discute di efficienza energetica, in tanti ristoranti si cena a lume di candela, in piazza si fa osservazione astronomica approfittando della riduzione dell’inquinamento luminoso.
Dall’inizio di M’illumino di Meno, in 14 anni, il mondo è cambiato. L’efficienza energetica è diventata un tema economico rilevante e le lampadine ad incandescenza che Caterpillar invitava a cambiare con quelle a risparmio energetico, adesso, semplicemente, non esistono più. M’illumino di Meno è diventata anche la festa degli stili di vita sostenibili, quelli che fanno stare bene senza consumare il pianeta.

(gz)

Visualizza sul sito

© 2018 Ufficio Stampa della Provincia autonoma di Trento
Annunci


Categorie:Live

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: