Nuovo piano per la mobilità sostenibile da 19milioni di euro di Autobrennero

Previste nuove stazioni di ricarica per veicoli elettrici dedicate ad utenti e dipendenti ed un potenziamento della rete di distribuzione di idrogeno, GPL, GNC e GNL.

A22: NUOVO PIANO PER LA MOBILITA’ SOSTENIBILE

Approvato questa mattina dal CdA per oltre 19 milioni di euro

Ridurre la dipendenza dal petrolio e attenuare l’impatto ambientale del settore dei trasporti: questa la direzione indicata dalla direttiva europea DAFI “Directive alternative fuel initiative”, che Autostrada del Brennero sta percorrendo ormai da tempo.

Il CdA di Autostrada del Brennero ha approvato stamani il piano per la mobilità sostenibile, il cui obiettivo è la promozione di un approccio consapevole nei confronti dell’ambiente e delle risorse del pianeta, incoraggiando l’adozione di comportamenti più responsabili nell’utilizzo dei veicoli per lo spostamento di merci e persone.

La mobilità rappresenta oggi un aspetto fondamentale dello sviluppo socio-economico e la diffusione sempre più ampia delle fonti di energia rinnovabili e delle reti di distribuzione intelligenti stanno determinando un nuovo modo di pensare gli spostamenti di persone e merci nel panorama dei trasporti del nuovo millennio.

“Autostrada del Brennero – ha dichiarato l’Amministratore Delegato, Walter Pardatschersta investendo sullo studio e sulla realizzazione di nuove soluzioni infrastrutturali che permettano a veicoli a basso impatto ambientale di percorrere l’intera tratta, dal passo del Brennero fino a Modena, così da offrire all’utenza in transito una varietà completa di rifornimento garantendo, al contempo, che tutti i Territori circostanti beneficino di un costante abbattimento dell’impatto ambientale.”

“Nell’ultimo biennio – ha aggiunto il Direttore Tecnico Generale, Carlo Costaè stato rilevato un utilizzo in forte crescita del servizio di ricarica presso le colonnine elettriche disponibili lungo l’A22, con più di 6.000 sessioni effettuate e quasi 67.000 kWh erogati. Questo dato ci ha spinto ad investire ancora di più nella mobilità sostenibile, nella convinzione che la nostra infrastruttura sia strategica nella promozione e nel sostegno di un futuro ad impatto zero.”

Il Piano, che descrive la fattibilità tecnico – economica lungo l’asse dell’Autostrada del Brennero dei servizi relativi alla mobilità sostenibile, si articola in cinque punti:

Nuovi punti di ricarica per veicoli elettrici oltre ai 4 già attivi lungo l’asse

Nuove stazioni di rifornimento ad idrogeno da affiancare a quella già esistente a Bolzano Sud

Potenziamento dell’infrastruttura per il rifornimento di veicoli alimentati a GPL e GNC presso più aree di servizio lungo l’asse.

Realizzazione di due stazioni di rifornimento per mezzi pesanti alimentati a GNL e GNC da affiancare a quella già esistente presso l’Autoporto Sadobre

Creazione di una rete per la ricarica di veicoli elettrici aziendali e del personale dipendente presso le sedi di lavoro di Autostrada del Brennero

Il GNL (Gas naturale liquefatto) è

È composto per il 90-99% da metano e per la restante parte da altri idrocarburi gassosi. Si ottiene dalla lavorazione del gas naturale, delle biomasse agricole e agroindustriali e dei rifiuti organici urbani e viene liquefatto mediante raffreddamento fino ad arrivare ad una temperatura di circa -160°. Poiché il GNL occupa un volume circa 600 volte inferiore rispetto allo stato gassoso di partenza, può essere stoccato e trasportato agevolmente. Tale soluzione offre numerosi vantaggi, primo tra tutti la possibilità di utilizzo del metano come combustibile nei veicoli pesanti destinati al trasporto merci, fino ad oggi limitati dalla scarsa autonomia, dal peso eccessivo delle bombole e dal loro ingombro.

Il GNC (Gas Naturale Compresso)

Si tratta di un combustibile fossile ottenibile comprimendo il gas naturale (composto principalmente da metano), fino a meno dell’1% del volume che occupa alla pressione atmosferica normale. Ad oggi, costituisce una risposta concreta alla lotta all’impatto ambientale, poiché produce meno inquinamento rispetto alla benzina in fase di combustione, mitigando così le emissioni di gas serra.

Il GPL (Gas di Petrolio Liquefatti)

È una miscela di HYPERLINK "https://it.wikipedia.org/wiki/Idrocarburo" \o "Idrocarburo" idrocarburi composta principalmente da HYPERLINK "https://it.wikipedia.org/wiki/Propano" \o "Propano" propano e HYPERLINK "https://it.wikipedia.org/wiki/Butano" \o "Butano" butano. Il GPL è un combustibile facilmente reperibile, a basso impatto ambientale e con un’elevata resa energetica e calorifica. Considerato in genere come una fonte energetica tra le più pulite poiché non inquina il suolo, l’acqua e le falde acquifere, il GPL contribuisce a ridurre l’impatto ambientale determinato dall’inquinamento derivante dalla sua combustione, favorendo una migliore qualità dell’aria e una riduzione delle emissioni di gas a effetto serra.

Annunci


Categorie:Live

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: